Messanae Universitas Studiorum

In tema di sensibilità dell'analisi cromatografica per la concentrazione e per la dimostrazione spettroscopica di tracce minime di sangue su macchie

Faraone, Giuseppe (1954) In tema di sensibilità dell'analisi cromatografica per la concentrazione e per la dimostrazione spettroscopica di tracce minime di sangue su macchie. Accademia Peloritana dei Pericolanti - Classe di Scienze Scienze Medico-Biologiche, LIV (1). pp. 143-150.

[img] PDF
Restricted to Registered users only

Download (2109Kb)

    Abstract

    L’A. ha istituito una serie di esperimenti allo scopo di controllare il limite di sensibilità della tecnica cromatografica, in ordine alla possibilità d; concentrare e di dimostrare spettroscopicamente tracce minime di sangue eventualmente presenti su macchie.
    Il risultato delle ricerche sperimentali ha portato alle seguenti conclusioni:
    1)Il limite di sensibilità dell’analisi cromatografica si è rivelato corrispondente ad una quantità minima di cc 0,0025 di sangue, cioè quella contenuta in cc 250 di sol. di sangue all’1/100.000, limite di diluizione alquanto inferiore a quello (1/200.000) della reazione della benzidina. Oltre tale limite, pur ottenendosi un cromatogramma (molto sbiadito), non si è riuscito a dimostrare spettroscopicamente l'emocromogeno, anche sulle zone maggiormente colorate del cromatogramma stesso.
    2) Per la preparazione dell’emocromogeno, mediante piridina e solfuro di ammonio, dal cromatogramma, il cauto riscaldamento del preparato si è dimostrato preferibile al trattamento a freddo.

    Item Type: Article
    Subjects: M.U.S. - Miscellanea > Atti Accademia Peloritana > Classe di Scienze Medico-Biologiche > 1953-54
    Divisions: UNSPECIFIED
    Depositing User: Dr PP C
    Date Deposited: 05 Dec 2012 11:15
    Last Modified: 05 Dec 2012 11:15
    URI: http://cab.unime.it/mus/id/eprint/2526

    Actions (login required)

    View Item