Messanae Universitas Studiorum

Crescita endouterina nella sindrome adreno-genitale da difetto di 21-idrossilasi: influenze del fenotipo

Bombaci, Sara and Attinà, Tiziana and Famiani, Annalisa and D'Agata, Vittoria and Marseglia, Lucia (2004) Crescita endouterina nella sindrome adreno-genitale da difetto di 21-idrossilasi: influenze del fenotipo. Accademia Peloritana dei Pericolanti, Classe di Scienze Medico-Biologiche, XCII. pp. 141-149.

[img] PDF - Submitted Version
Restricted to Registered users only

Download (2173Kb)

    Abstract

    I parametri auxologici (peso e altezza) alla nascita di 105 soggetti affetti da sindrome adreno-genitale (SAG) da deficit di 21-idrossilasi (21-OH) sono stati valutati in maniera retrospettiva al fine di dimostrare una possibile influenza di tale sindrome sulla crescita endouterina. I pazienti sono stati valutati dapprima nell’insieme e poi suddivisi in 2 gruppi: quelli affetti dalla forma clinica classica (C) (59 pazienti) e queffi affetti dalla forma non classica (NC) (46 pazienti).
    Sia il peso medio che l’altezza media alla nascita della totalità dei pazienti sono risultati superiori (rispettivamente +0,3± 1,2 DS e +0,3± 1,0 DS) ai valori medi di riferimento. Tali parametri erano però aumentati in maniera significativa solo nella forma C della sindrome (+0,5± 1, 1 per il peso e +0,4 ± 0,9 per l’altezza), mentre nei soggetti con forma NC i valori non sembravano discostarsi molto da quelli medi di riferimento (0,03± 1,3 per il peso +0,1 ± 1,1 per l’altezza).
    Da un confronto diretto tra i due gruppi di pazienti è emerso inoltre che i soggetti con forma C presentano peso e lunghezza a nascita (3,4±0,4 Kg e 50,8 ± 1,7 cm) maggiori dei soggetti con forma NC (rispettivamente 3,2 ± 0, 5 Kg e 50, 0 ± 2, 0 cm) in modo statisticamente significativo(rispettivamente p<O, 0125 e p<O, 025).
    Secondo quanto emerso dal nostro studio quindi , i soggetti affetti da SAG risultano essere più lunghi e più pesanti alla nascita rispetto alla media. Questo potrebbe essere riconducibile al fatto che l’iperandrogenismo proprio di questa sindrome, presente già in epoca pre-natale può influenzare positivamente la crescita endouterina di questi soggetti.
    Delle 2 forme cliniche di SAG inoltre solo quella C sembra essere correlata ad un aumento del peso e della statura alla nascita, il che potrebbe significare che ad aver effetti sulla crescita in utero non sia tanto la semplice presenza di iperandrogenismo, quanto l’entità di quest’ultimo.

    Item Type: Article
    Subjects: M.U.S. - Miscellanea > Atti Accademia Peloritana > Classe di Scienze Medico-Biologiche > 2002-2004
    Divisions: UNSPECIFIED
    Depositing User: Dr A F
    Date Deposited: 15 Jan 2013 11:04
    Last Modified: 15 Jan 2013 11:04
    URI: http://cab.unime.it/mus/id/eprint/3216

    Actions (login required)

    View Item