Messanae Universitas Studiorum

Ricerche sui rapporti tra sangue e liquido di edema nella gestante

Micale, Guido and Puglisi, Paolo (1946) Ricerche sui rapporti tra sangue e liquido di edema nella gestante. Atti della Reale Accademia Peloritana dei Pericolanti, XLVIII. pp. 450-460.

[img] PDF - Published Version
Restricted to Registered users only

Download (2848Kb)

    Abstract

    In gestanti normali ed in gestanti con affezioni edemigene (edemi puri, nefropatie gravidiche anipertoniche, nefropatie ipertensive), gli AA. hanno determinato nel sangue e nel trasudato sottocutaneo (liquido di bolla, edema) cloruri, glucosio ed urea allo scopo di stabilire i rapporti esistenti tra sangue e liquido interstiziale. Essi hanno costantemente riscontrato, come in ricerche analoghe eseguite fuori dalla gravidanza, un maggiore tenore di queste sostanze nel liquido rispetto al sangue; ma nella gravidanza questa differenza è particolarmente notevole per i cloruri e per l'urea e rappresenta perciò un dato caratteristico della composizione del liquido interstiziale, oltre che una conferma della ritenzione tissulare di urea e di cloruri da parte dell'organismo della gestante.
    Dai risultati ottenuti emergono tre elementi fondamentali, che caratterizzano i rapporti tra sangue e trasudato sottocutaneo, e cioè il comportamento della parete capillare come membrana semipermeabile, nel senso che tra sangue e trasudato si viene a stabilire un equilibrio di membrana secondo Donnan, che spiega la ragione per cui nel liquido il tasso di sostanze diffusibili è superiore a quello del sangue; un'azione, che potrebbe definirsi di massa, per cui ad un maggiore tenore di sostanze diffusibili nel sangue corrisponde un maggior tenore nel liquido; un'azione vitale, esercitata dalla parete capillare, nel senso che l'eccesso di sostanze diffusibili nel liquido è tanto meno cospicuo quanto più il tasso ematico è elevato, e viceversa. A parte questi tre fattori fondamentali e costanti ve ne sono altri variabili ed in rapporto con la gravità della forma edemigena, con alterazioni metaboliche individuali, che influiscono anch'esse sulla formazione, sulla composizione e sull'ulteriore evoluzione dell'edema.

    Item Type: Article
    Subjects: M.U.S. - Miscellanea > Atti Accademia Peloritana > Classe di Scienze Medico-Biologiche > 1945-46
    Divisions: UNSPECIFIED
    Depositing User: Dr V T
    Date Deposited: 21 Jan 2013 10:54
    Last Modified: 21 Jan 2013 10:54
    URI: http://cab.unime.it/mus/id/eprint/3477

    Actions (login required)

    View Item