Sul trattamento di alcuni casi di endocardite settica con penicillina

Romeo, Filippo (1944) Sul trattamento di alcuni casi di endocardite settica con penicillina. Atti della Reale Accademia Peloritana dei Pericolanti, XLVI. pp. 656-663.

[img] PDF
Atti_2_1943-44_656.pdf - Published Version
Restricted to Registered users only

Download (2MB)

Abstract

L'A. descrive quattro casi di sepsi con localizzazione endocarditica di natura streptococcica, trattati con penicillina per via intramuscolare e venosa, con tecnica e dosaggio oggi in uso comune. Dai risultati ottenuti ritiene che il trattamento penicillino rappresenti, come altri autori americani hanno già comunicato, un mezzo veramente pregevole per la terapia delle endocarditi. Egli fa presente che la penicillina, per potere esplicare col massimo dei vantaggi la sua azione, è necessario sia attuata il più precocemente possibile e a dosi elevate, differentemente le lesioni valvolari costituite non solo lasciano sempre una o più meno grave cardiopatia ma rappresentano un più facile punto di partenza di emboli anche a distanza, che possono dare gli esiti fatali a tutti noti.

Item Type: Article
Subjects: M.U.S. - Miscellanea > Atti Accademia Peloritana > Classe di Scienze Fisiche, Matematiche e Naturali > 1943-44
M.U.S. - Miscellanea > Atti Accademia Peloritana > Classe di Scienze Giuridiche, Economiche e Politiche > 1943-44
M.U.S. - Miscellanea > Atti Accademia Peloritana > Classe di Scienze Medico-Biologiche > 1943-44
M.U.S. - Miscellanea > Atti Accademia Peloritana > Classe di Lettere, Filosofia e belle Arti > 1943-44
Depositing User: Dr V T
Date Deposited: 20 Feb 2013 09:50
Last Modified: 02 Apr 2013 08:56
URI: http://cab.unime.it/mus/id/eprint/4054

Actions (login required)

View Item View Item