Le frodi Carosello nel Diritto Tributario: analisi della fattispecie e delle misure di contrasto.

Tavilla, Daniele (2018) Le frodi Carosello nel Diritto Tributario: analisi della fattispecie e delle misure di contrasto. Laurea thesis, UNSPECIFIED.

[img] Text
Tesi Daniele Tavilla.pdf
Restricted to Solo utenti registrati Info

Abstract

La frode carosello è un sistema di frode che ha preso piede dal 1992 con l’abolizione delle frontiere fiscali e la conseguente applicazione del regime transitorio di tassazione. Il meccanismo prevede la partecipazione di tre soggetti, più un quarto che viene inserito nel meccanismo per rendere più complesso il processo di accertamento della frode: un cedente comunitario, una società cartiera, una società filtro e un broker. Il carosello prende vita da un cessionario residente in uno Stato europeo che sfrutta la non imponibilità della cessione intracomunitaria ai sensi all’art. 41 del D.L. 331/1993 e vende la merce ad una società cartiera residente in un altro Stato membro. La protagonista della frode è indubbiamente la società cartiera; questa viene costituita ad hoc per porre in essere la frode, e a capo viene messo un prestanome nullatenente che agisce per conto dei veri architetti del sistema. Il suo ruolo è di emettere false fatture (da qui il nome di “cartiera”) in modo da permettere all’acquirente, anch’esso partecipante alla frode) e residente nello stesso Stato, di esigere un credito dall’Erario pari all’imposta pagata alla cartiera. Il carosello si conclude quando il cessionario rivende i beni ad un soggetto, che può essere lo stesso di partenza o un altro, residente in un altro Stato membro; da questo punto il meccanismo può essere nuovamente messo in atto, attraverso la rivendita dei beni alla società cartiera. Il suddetto meccanismo della frode descritto comporta ingenti perdite per l’Erario e danni anche per il bilancio delle risorse della UE, che si finanzia, per una percentuale fissata per legge, dai prelievi dell’Iva raccolta da parte dei singoli Stati membri. Oltre a tali danni per l’Erario e per il bilancio comunitario, la frode carosello porta ad evidenti fenomeni di distorsione della concorrenza, in quanto i prezzi adottati dal secondo cessionario sono ovviamente inferiori a quelli praticati dagli operatori onesti. Partendo da queste considerazioni, la trattazione che segue ha come obiettivo quello di analizzare la frode carosello in tutti i suoi aspetti, verificando, poi, quali sono le misure adottate per contrastare il fenomeno.

Item Type: Tesi (Laurea )
Subjects: Scienze Economiche e Statistiche
Dipartimento: Dipartimento di Economia
Depositing User: Mrs Cettina Cosenza
Date Deposited: 17 Sep 2018 13:06
Last Modified: 17 Sep 2018 13:06
URI: http://cab.unime.it/tesi/id/eprint/3645

Actions (login required)

View Item View Item